Francesca Bonafini

Da "Mangiacuore" (Fernandel, 2008) a "Celestiale" (Sinnos, 2018) : l'archivio delle mie pubblicazioni, presentazioni, readings, rassegna stampa

Categoria: Mangiacuore (Fernandel, 2008)

Mangiacuore a teatro

In occasione di A scena aperta. Incontri nei teatri storici dell’Emilia Romangna sabato 9 aprile alle ore 17.30 al teatro Zeppilli di Pieve di Cento va in scena il reading tratto da Mangiacuore, il mio primo romanzo che uscì nel 2008 edito da Fernandel.
In apertura: letture dall‘Orlando furioso, di cui si festeggiano i cinquecento anni dalla prima edizione a stampa (1516).
L’ingresso è gratuito.

locandina A scena Aperta - open day teatri storici

 

Il calendario di dicembre 2009

autobus_presentazioni

MANGIACUORE IN TOUR

Il calendario delle presentazioni di

  DICEMBRE 2009

GIULIANOVA (TE), sabato 19 dicembre
ore 22, Circolo Virtuoso Il Nome Della Rosa
Giulianova Alta, via Gramsci 46/a
www.ilnomedellarosa.com/schedanews.php


MANGIACUORE
reading a due voci con musica


Uno spettacolo liberamente tratto dal romanzo di Francesca Bonafini

MARCO BASSI – pianoforte

MARCO MONACHESE – nel ruolo di Alfredo

FRANCESCA BONAFINI – nel ruolo della ragazza del nord

 

*** 

Alcuni brani del reading a Giulianova su you tube:
www.youtube.com/results

 


Il calendario di novembre 2009

autobus_presentazioni

MANGIACUORE IN TOUR

Il calendario delle presentazioni di

  NOVEMBRE 2009


Bologna, mercoledì 4 novembre
ore 22, Osteria Il Posto
via Massarenti
37
http://www.ilposto.bo.it/

MANGIACUORE 
reading a due voci con musica



Uno spettacolo liberamente tratto dal romanzo di Francesca Bonafini, con le voci recitanti di UMBERTO FIORELLI e FRANCESCA BONAFINI, e le musiche del chitarrista CARLO MUCI.

***


Altri appuntamenti del mese: le antologie.

Eventi a cui prenderò parte:
Presentazioni antologia “Fiocco rosa” (Fernandel, 2009)

Piombino (LI), sabato 7 novembre, ore 18, libreria Coop.



Mangiacuore su “Teramani.net”

Recensioni a "Mangiacuore"

Recensione a firma di Carina Spurio su "Teramani.net":
www.teramani.net/public/post/mangiacuore-francesca-bonafini-fernandel-2008-di-carina-spurio-204.asp#more

***

TUTTA LA RASSEGNA STAMPA SU "MANGIACUORE" QUI:
http://mangiacuore.splinder.com/tag/rassegna+stampa

Il calendario di settembre 2009

autobus_presentazioni

MANGIACUORE IN TOUR

Il calendario delle presentazioni di

 SETTEMBRE 2009


Ravenna, giovedì 3 settembre
ore 20.30, Pala De Andrè, festa provinciale del PD,
area libreria
Francesca Bonafini presenta Mangiacuore.  Coordina Matteo Papi.

Tutto il programma della rassegna:
ravennanotizie.it/main/index.php

Mangiacuore su “Fucinemute”

Mangiacuore - copertina

 

Recensioni a "Mangiacuore" – Interviste

Sul numero 123 (giugno 2009) della rivista Fucine mute 
http://www.fucine.com/

Recensione a firma di Lorenza Pravato:
http://www.fucine.com/network/fucinemute/core/index.php?url=redir.php?articleid=1756
 

intervista video:
http://www.fucine.com/archivio/fm123/video/bonafini/bonafini.htm

 ***

TUTTA LA RASSEGNA STAMPA SU "MANGIACUORE" QUI:
http://mangiacuore.splinder.com/tag/rassegna+stampa

 

 

Mangiacuore a Radio In Corso

radio_news


Intervista del 13 maggio 2009 a Radioincorso, web radio dell’università di Trieste http://radioincorso.it/
Una chiacchierata su Mangiacuore e non solo, ascoltando canzoni di Ivano Fossati e non solo…

L’intervista si può ascoltare e scaricare qui:
http://www.box.net/shared/yt1gdekz6f

Intervista su Abruzzocultura

Ringrazio Simone Gambacorta, che mi ha intervistata per la rivista on line “Abruzzo Cultura”.
Qui la nostra lunga chiacchierata, in cui abbiamo parlato di Mangiacuore, di scrittura, di racconti, della lingua italiana e anche del mio forte legame con l’Abruzzo:
http://www.abruzzocultura.it/abruzzo/francesca-bonafini-e-mangiacuore

Il calendario di marzo 2009

autobus_presentazioni

MANGIACUORE IN TOUR

Il calendario delle presentazioni di

MARZO 2009

 


Trieste, sabato 21 marzo
ore 18, libreria In Der Tat (via Diaz 22)

Francesca Bonafini presenta Mangiacuore.
Introduce: Chiara Casarella. Presenta: la scrittrice e giornalista Francesca Longo.

 

***

Altri appuntamenti del mese: le antologie.

Eventi a cui prenderò parte:
Presentazioni antologia “Fiocco rosa” (Fernandel, 2009)

Roma, venerdì 6 marzo, ore 19, aperitivo con “Fiocco rosa”, Libreria Fanucci (piazza Madama, 8).

Roma, sabato 7 marzo, ore 19, nell’ambito della rassegna “Femminile plurale. Percorsi e figure femminili nel cinema contemporaneo”, Cineclub Alphaville (via del Pigneto, 283).

Napoli, domenica 8 marzo, ore 12, aperitivo con “Fiocco rosa”, FNAC (via Luca Giordano 59).
Segnalo inoltre la concomitante presentazione al circolo “Il nome della rosa” di Giulianova (TE), ore 21.30  alla quale presenzierei volentieri se avessi il dono dell’ubiquità. In bocca al lupo alle autrici che saranno in Abruzzo l’otto marzo!

Il calendario di febbraio 2009

autobus_presentazioni


MANGIACUORE IN TOUR

Il calendario delle presentazioni di

FEBBRAIO 2009

Giulianova (TE), venerdì 27 febbraio 
ore 21.30, circolo Il nome della rosa (Giulianova alta, via Gramsci 46/a).
Francesca Bonafini presenta Mangiacuore.  Interviene Caterina Falconi. 
http://www.ilnomedellarosa.com/schedanews.php?id=203

 

***

Altri appuntamenti del mese: le antologie.

Eventi a cui prenderò parte:
Presentazioni antologia “Fiocco rosa” (Fernandel, 2009)

Roma, giovedì 12 febbraio, ore 19, Tuma’s book bar (San Lorenzo).

Pescara, domenica 15 febbraio, ore 18, Libreria Edison, via Carducci 102-104.

Bologna, giovedì 26 febbraio, ore 19.30, Libreria Zammù, via Saragozza 32/a.

Due estratti dalla presentazione pescarese dell’antologia "Fiocco rosa" su youtube:
http://www.youtube.com/watch?v=xLJiENrHcds
http://www.youtube.com/watch?v=_aqWDVaOglw&feature=related

F.Bonafini a PescaraPresentazione dell’antologia "Fiocco rosa" a Pescara, libreria Edison, domenica 15 febbraio 2009

Il calendario di gennaio 2009

autobus_presentazioni

MANGIACUORE IN TOUR

Il calendario delle presentazioni di

GENNAIO 2009


San Giovanni Lupatoto (VR), mercoledì 28 gennaio
ore 21, centro culturale.
Francesca Bonafini presenta Mangiacuore
Introduce Matteo Piancastelli, che curerà inoltre uno speciale allestimento della sala del centro culturale in cui si svolgerà l’evento, con l’intento di portare virtualmente ed emotivamente il pubblico dentro al libro… una sorpresa!
Interverrà
lo scrittore bolognese Gianluca Morozzi.

 ***

Altri appuntamenti del mese: le antologie.

Eventi a cui prenderò parte:

Presentazione antologia “Fiocco rosa” (Fernandel, 2009)
Piombino (LI)
, 16 gennaio, ore 17, Museo Archeologico di Cittadella, nell’ambito della rassegna "Il tè delle cinque".

Presentazione antologia “Dylan revisited” (Manni, 2008)
Zola Predosa (BO),
17 gennaio, centro giovanile Torrazza, ore 21.
Seguirà concerto degli Street Legal, cover band dylaniana.

                                                        
***

Vorrei segnalare inoltre la presentazione a Bologna del romanzo di Remo Bassini La donna che parlava con i morti” (Newton compton, 2007).
Avrò l’onore di essere relatrice della sua presentazione bolognese, che sarà il 24 gennaio allo Zammu (via Saragozza 32/a).
La scheda del libro di Bassini sul sito delle edizioni Newton compton:
http://www.newtoncompton.com/index.php?lnk=101&ISBN=978-88-541-0962-9&idaut=1542;&idcur=

 

Una foto dalla presentazione bolognese di "La donna che parlava con i morti" di Remo Bassini.

Remo Bassini e Francesca Bonafini

Il 2008 di Mangiacuore

 

Il 2008 e Mangiacuore: alcuni ringraziamenti

Mentre mi accingo a preparare il calendario delle presentazioni del 2009 (perché il tour di Mangiacuore non è finito ancora) mi preme ringraziare tutte le persone che, in varie forme, mi hanno aiutata nella promozione del libro nel corso di quest’anno appena concluso. La lista è così lunga che rischierei di dimenticare qualcuno, quindi preferisco ringraziare i diretti interessati personalmente, di volta in volta, e limitarmi in questa sede a un ringraziamento collettivo.

Ringrazio organizzatori, relatori, librai, attori e musicisti (nel caso dei readings) delle venti date del 2008:

ROMA, Rialto Sant’Ambrogio
FIRENZE, libreria La Citè
ZOLA PREDOSA (BO), Centro Giovanile Torrazza
RIMINI, libreria Indipendente-mente
VERONA, circolo arci Malacarne
BOLOGNA, Arterìa
L’AQUILA, libreria caffè Polar
PESCARA, Ecoteca
VASTO (CH), biblioteca comunale
PADOVA, libreria Kaosmosi
MORDANO (BO), biblioteca comunale
MILANO, circolo Baia Del Re
BARI, libreria Feltrinelli
MASSAFRA (TA), caffè letterario Kalliope
ROMA, Martelive
CIVITANOVA MARCHE (MC), libreria Mondadori
BOLOGNA, festa provinciale dell’Unità
BAGNARA DI ROMAGNA (RA), festival romagnolo dell’editoria indipendente
ROMA, Tuma’s book bar
PIOMBINO (LI), museo archeologico di Cittadella

Ringrazio i recensori di Mangiacuore per le seguenti testate:
L’Indice dei libri del mese
Pulp

Internazionale
La Repubblica
La Gazzetta di Parma

Cosmopolitan
L’Arena
Il Domani
Il Corriere Nazionale
e le recensioni on line su
Dadamag, Il gufetto, Martelive
Tutte le recensioni sono leggibili su questo blog alla voce “rassegna stampa”.
http://mangiacuore.splinder.com/tag/rassegna+stampa

Ringrazio inoltre per le interviste: Radio 24 , Radioradio, Novaradio, Radio Città Fujiko e il Tg regionale della RAI Emilia Romagna per un servizio che purtroppo non solo non sono riuscita a registrare (l’avrei messo volentieri sul blog) ma nemmeno a vedere, a causa del mio nomadismo.
Tutte le interviste si possono ascoltare su questo blog alla voce “radio”.
http://mangiacuore.splinder.com/tag/radio


Ringrazio il prof. Fabrizio Frasnedi, docente di Linguistica Italiana all’Università degli Studi di Bologna, che mi dicono abbia inserito, come esempio di prosa ritmica, un brano di “Mangiacuore” in alcune fotocopie per i suoi dottorandi (Mangiacuore in compagnia di brani di Tondelli, Tadini, D’arzo e altri grandi… troppo onore per un piccolo libro come il mio, ma è una cosa che ovviamente mi riempie di gioia. Grazie!).

Ringrazio anche tutti gli amici che mi hanno ospitato, le persone che hanno partecipato alle presentazioni, e ovviamente, i lettori.
Ringrazio anche la mia agente, incrociando le dita affinché le interessanti prospettive che si sono aperte grazie al suo lavoro intorno al libro diano i risultati sperati (ma qui ci vuole pazienza, e a questo punto, anche parecchia fortuna).

Spero di non aver dimenticato nessuno…
Comunque grazie grazie grazie!
A presto,
Francesca Bonafini.

 

Mangiacuore su “Internazionale”

Recensioni a "Mangiacuore"

Recensione di Guido Vitiello su "Internazionale"
5/11 dicembre 2008                          Internazionale-logo   

Internazionale-recensione a Mangiacuore

Il calendario di dicembre 2008

autobus_presentazioni

MANGIACUORE IN TOUR

Il calendario delle presentazioni di

DICEMBRE 2008

Piombino (LI), venerdì 12 dicembre
ore 17.00
Al Museo Archeologico di Cittadella, nell’ambito della rassegna "Il tè delle cinque" v
a in scena “Mangiacuore”, uno spettacolo liberamente tratto dal romanzo di Francesca Bonafini, con le voci recitanti di Francesca Bonafini ed Enrico Cecchini (attore), le musiche di Emiliano Pasquinucci (pianista) e la partecipazione di Lisa Cini (cantante).

Il calendario di novembre 2008

autobus_presentazioni

 

MANGIACUORE IN TOUR

Il calendario delle presentazioni di

NOVEMBRE 2008

 

ROMA, Tuma’s book bar
mercoledì
 26 novembre 2008
ore 19
Presenta Guido Vitiello di "Internazionale".

Mangiacuore a Roma

Il calendario di ottobre 2008

autobus_presentazioni

 

MANGIACUORE IN TOUR

Il calendario delle presentazioni di

OTTOBRE 2008

Il canto della parola – Festival romagnolo dell’editoria indipendente 
Bagnara di Romagna,
sabato 18 ottobre 2008
ore 16.30 Sala del Consiglio (Rocca)
Francesca Bonafini presenta Mangiacuore
Conduce Paola Amadesi.

Scarica il pdf con il programma del festival:  Canto della parola - festival romagnolo dell'editoria indipendente

Il calendario di settembre 2008

autobus_presentazioni

 

MANGIACUORE IN TOUR

Il calendario delle presentazioni di

SETTEMBRE 2008

Bologna, Festa provinciale dell’Unità – Parco Nord
giovedì 4 settembre
ore 21, libreria
Francesca Bonafini presenta Mangiacuore
Introduce Gianluca Morozzi.

 

Mangiacuore su “Il Domani”

Recensioni a "Mangiacuore"

Il Domani - quotidiano bolognese

Recensione di Sergio Rotino su "Il Domani" di Bologna – giugno 2008

A leggere gli esordi narrativi di molti autori, resta solo la tristezza per quello che poteva essere e non è stato. Accade spesso, ma grazie al cielo non sempre. Qualcosa si salva, perché probabilmente l’autore sapeva già in partenza cosa voleva raccontare e come raccontarlo. Una sensazione bellissima, quando la si incontra. Perché ci fa capire quanto poco di improvvisato ci sia nel lavoro di quello scrittore e quanta intenzionalità, quanta forza abbia messo nello scrivere il suo esordio. In Mangiacuore, esordio sulla lunga distanza della trentatreenne Francesca Bonafini, ci sembra accada proprio questo. La storia è infatti costruita con attenzione e senza sbavature, lavorando con attenzione sui personaggi senza però dimenticare uno sviluppo credibile della storia. Ma dentro le pagine del romanzo colpisce anche la capacità da parte della Bonafini di far scattare un meccanismo assai raro, cioè la voglia di rileggerlo così da sentire ancora una volta le voci che si alzano dai due personaggi principali, da Alfredo e dalla non meglio identificata "ragazza del Nord". Due voci, intrise dell’eco tondelliano di Altri libertini, che riescono a riempire con il loro alternarsi e mutare l’intero arco della storia proposta da questa autrice. Voci che si offrono come una via alternativa al classico universo giovanilista, dipinto oramai costantemente come preda di un narcisistico solipsismo depressivo o modellato attorno a una filosofia e una antropologia che diventa vera solo grazie alla quantità targhettizzata di oggetti citati. In Mangiacuore questa ragazza e questo ragazzo descrivono una realtà concreta, che scommette tutto sulla credibilità della situazione. Per essere più precisi, i due personaggi sono completamente immersi dentro questa realtà che si muove  di pari passo con le azioni che compiono, con le decisioni che prendono, reagendo a e ragionando sopra quanto accade sia dentro sia fuori di loro. La "ragazza del Nord" (un Nord vago, riconducibile a Bologna: città mai agita, solo nominata) e Alfredo – tossico romano in cerca di cure e di un luogo in cui trasformare il suo ribellismo negativista adolescenziale in una possibile adultità – non fanno altro nei cinque capitoli di questo purtroppo breve romanzo. E per comunicare il loro essere dentro il movimento della realtà, il loro essere la realtà stessa, era importante dotarli di voci che, come ha intelligentemente fatto Bonafini, si opponessero e si intersecassero vicendevolmente, travasando dall’una all’altra quella sorta di moderno male di vivere che ci possiede tutti. Una realtà quindi dove il percorso che dal dolore porta alla felicità non è mai univoco, dove quella specie di ottimismo della ragione tramutato in ostinazione dietro cui si cela la protagonista non è altro che lo specchio di quanto va facendo Alfredo: il fuggire dalle comunità per poi volerci ritornare, l’ubriacarsi, il diventare violento a parole più che nei fatti, blaterando a vuoto, proprio come un tardivo adolescente contro il mondo bestia. Che poi è il mondo degli affetti, la sua famiglia e questa ragazza settentrionale. La famiglia e la casa sono un crocevia fondamentale in Mangiacuore, perché è in queste due situazioni che va poi a ispessirsi il rapporto con la realtà dei due personaggi principali ed è in esse che si innesca per loro lo scontro e il rispecchiamento. La casa e la famiglia di Alfredo diventano perciò il luogo catartico della vicenda, diventano il luogo di una presa di coscienza che si andrà a sviluppare in seguito e porterà a sviluppi inattesi. In qualche modo, fra quegli affetti e fra quelle mura più che altrove, si compie quanto avveniva nella Zona descritta anni addietro da Tarkovskij nel suo Stalker. Lì si avveravano i desideri più intimi di chi riusciva a raggiungerla, qui si arriva a strappare il velo di Maya dai propri occhi, si impara a conoscersi per quello che realmente si è.

Il calendario di giugno 2008

autobus_presentazioni

MANGIACUORE IN TOUR

Il calendario delle presentazioni di

GIUGNO 2008


  • Civitanova Marche (MC), domenica 1 giugno
    ore 17.30
    Libreria Mondadori (corso Vittorio Emanuele, 9)
    Francesca Bonafini presenta Mangiacuore
    Introduce Federica Senigagliesi.
    Letture con accompagnamento di Paolo Recchi alla chitarra.

Mangiacuore su “Pulp”

Recensioni a "Mangiacuore"

Pulp libri – maggio/giugno 2008

Pulp libri - Mangiacuore

 

Recensione di Francesca Giommi su Pulp libri di maggio/giugno

Francesca Bonafini – "Mangiacuore" (Fernandel, 2008)

Dietro alle apparenze di una storia d’amore come tante – ma forse anche più improbabile di altre, dato che ha per protagonisti l’eroinomane romano Alfredo e una volontaria di un centro di disintossicazione milanese, conosciuta per tutto il romanzo soltanto come "la ragazza del nord" – si celano tematiche sociali di grande attualità nel romanzo d’esordio della giovane scrittrice veronese Francesca Bonafini. Il vero nocciolo del libro sta infatti nel difficile rapporto tra due persone in principio molto diverse tra loro, ma entrambe tormentate dallo stesso bisogno di trovare qualcosa di più autentico e profondo al di là delle varie maschere che la società in cui vivono impone. Come la sua autrice l’ha definito in una recente intervista, è "una ricerca di senso fra l’amore e la droga", ricerca portata avanti per vie contorte e sofferte, dettata da un bisogno dell’altro caparbio e ostinato, e a tratti quasi incomprensibile, poiché è solo nell’incontro con l’altro che si possono ancora trovare zone di autenticità, rifugi sicuri in cui calare tutte le maschere.
Si tratta anche di un libro sulle diverse dipendenze di cui ciascuno può diventare vittima: ben presto sarà infatti la "ragazza del nord" a diventare dipendente da Alfredo, a non poterne più fare a meno, nonostante questo minacci di trascinarla nel suo vortice di autodistruzione, verso un finale sorprendente e inteso a suscitare riflessione. I due apparenti contrasti che i protagonisti del libro incarnano – forte/debole, "normale"/deviato – si avvicinano fino a confondersi e quasi invertirsi, attraverso un’alternanza di due voci narranti all’inizio ben distinte che riproducono l’ininterrotto dialogare tra i due protagonisti, rivelandosi in realtà un sovrapporsi di monologhi e introspezioni speculari.
Mangiacuore può apparire atipico come esordio letterario per tema e stile, almeno per quanto riguarda il panorama italiano, ma questa atipicità si rivela più un pregio che un difetto, trattandosi di un libro  coraggioso e schietto ma anche consapevole e ben scritto, nato in parte da un’esperienza autobiografica  e in parte maturato dalla precedente pratica narrativa della giovane autrice, che ha già al suo attivo – tra le  altre cose – la partecipazione alla raccolta di racconti Quote rosa (curata da Grazia Verasani e Gianluca Morozzi ed edita dalla stessa Fernandel) .
(F.Giommi)